Come ridimensionare le immagini con Gimp

Lug 3, 2020 | Grafica, How to blog

ridimensionare immagini con gimp

Uno degli errori che vedo più di frequente nei blog è che spesso vengono caricate immagini prese da internet (e già quello sarebbe un errore ma in questa sede faccio finta di niente), e lasciate delle dimensioni in cui sono state prese.
Perciò in questo articolo vedremo come ridimensionare le immagini con Gimp per caricare così sul tuo sito le immagini delle dimensioni giuste.

Se a tratti l’articolo ti sembra un po’ tecnico non ti preoccupare. Continuando a leggere ti si chiarirà tutto.

Il motivo per cui ho scritto questo post è che non è raro vedere siti che apparente sembrano normali, perchè il tema usato con WordPress magari ha ridimensionato in automatico le immagini, ma in realtà queste immagini sono qualcosa tipo 3400×2600.

Se invece ti trovi con immagini troppo piccole allora ti dico subito che ingrandendole non risolverai il problema perché verranno sgranate. In questo caso hai bisogno proprio di immagini più grandi alla fonte.

Ok, ma che significa tutto ciò?

Ogni immagine ha delle dimensioni che puoi vedere di solito anche andando semplicemente sull’icona dell’immagine col mouse, senza cliccare, e ti compariranno alcuni dati tra cui il nome, il peso in Kb o Mb, e la dimensione, come ad esempio potrebbero essere i 3400×2600 citati poco fa.

Ma quanto sono 3400×2600?

Al di là della matematica (perché non ci interessa sapere che 3400×2600 faccia 8.840.000 🤓) quello che ci interessa sapere è che parliamo di pixel. Il pixel è il puntino più piccolo che uno schermo riesce a fare, ma quanto sia grande questo puntino dipende.

Infatti la risoluzione, di cui avrai certamente sentito parlare, è la capacità di un monitor di avere più pixel in un pollice (cioè in 2,5 cm).
Il monitor di un computer di solito ha una risoluzione di 1920×1080, mentre i moderni telefoni, anche se sono più piccoli, hanno una risoluzione di 1080×1920, quindi riescono a fare dei puntini molto più piccoli, per intenderci (infatti noi non li vediamo, ma riusciamo solo a distinguere l’immagine nel suo insieme).

Comunque l’informazione che ci serve sapere è, l’avrai capito, che 3400×2600 in un monitor da 1920×1080 è decisamente troppo.

Quindi che fare?

Ci vogliono le dimensioni giuste.
Ma quali sono?

Qui sotto ti metto una lista di casistiche con le relative dimensioni, in modo che tu sappia che se devi pubblicare un’immagine per, ad esempio, un post del tuo blog, sai quale misura usare senza appesantire troppo il tuo sito.

Infatti il vero problema è proprio questo!

Cioè, se pubblichi un’immagine gigante sui social non succede niente. Non la saprà nessuno e nessuno se ne accorgerà mai. Tanto ci pensa il social al ridimensionamento e a noi le performance in velocità dei social non interessano.

Ma se invece parliamo del tuo sito allora la velocità diventa importante perché è un fattore che incide sul posizionamento sui motori di ricerca, quindi non va lasciato al caso (perché, nel caso tu non lo sappia, non basta scrivere per comparire su Google, o fare qualche collegamento; ci vuole olio di gomito e costanza).

Un’immagine grande 3400×2600 a occhio e croce peserà almeno 1MB….ma ti do una notiziona da tecnico: l’intera pagina dovrebbe pesare 1MB, più o meno, quindi il fatto che quel peso venga raggiunto con solo un’immagine non va affatto bene.
Perché, naturalmente, più la pagina è pesante e più è lenta.

Quindi una cosa astuta che possiamo fare è ridimensionarla, e lo facciamo con Gimp.

Come ridimensionare le immagini con Gimp

Per prima cosa salva sul tuo pc l’immagine che vuoi caricare sul tuo sito, dopodiché apri Gimp (se non ce l’hai puoi scaricarlo da qui, selezionando il tuo sistema operativo e poi il pulsante “Download Gimp directly”).

A quel punto fai clic su “File” in alto a sinistra, e seleziona “Apri”.

apri immagine gimp

Seleziona l’immagine che hai scaricato, o comunque un’immagine qualunque che vuoi ridimensionare. Nel mio caso ho messo una delle mie foto.

La foto è grande ma come vedi sembra anche normale. Questo perché Gimp regola lo zoom in modo da riuscire a farti vedere l’intera immagine.

Nella riga in basso puoi notare una piccola finestrella con un numero e il simbolo percentuale. Quello è il livello di zoom attuale, nel mio caso 18,2%, perciò vedo l’immagine molto più piccola di quella che è realmente.

livello di zoom gimp

Per ora la lasciamo così perché ci torna comodo visto che dobbiamo vederla tutta, quindi modificheremo lo zoom più avanti.
Ora invece la ridimensioniamo.

Ma come si fa? E di quanto la dobbiamo ridimensionare?

Ecco alcune misure che ti suggerisco di usare per il web:

  • 1080 x 1080 le dimensioni per i post sui social
  • 1080 x 1920 per le storie sui Instagram e Facebook (quindi NON 1920 x 1080 ma il contrario)
  • 820 x 315 sono le dimensioni della copertina della tua pagina Facebook (NB la copertina non è la foto profilo; la foto profilo meglio quadrata, quindi 1080 x 1080)
  • 2048 x 1152 sono le dimensioni della copertina di Youtube
  • 1536 x 768px sono le dimensioni della copertina di Linkedin
  • 700 x circa 400 (diciamo da 350 a 450) per le copertine dei post se hai una struttura tipo la mia, quindi con la barra laterale sulla destra e l’immagine sulla sinistra (riferito al computer)
  • 1080 x circa 700 se invece usi un’immagine dei post più grande, quasi a tutto schermo
  • 1920 x boh se devi fare gli sfondi delle pagine tipo quello che facciamo in questo tutorial; l’altezza dipende tutto da quello che ci vuoi disegnare, ma è consigliato non superare i 2500 pixel altrimenti potrebbe darti problemi nel caricamento dell’immagine su WordPress e sarebbe un vero peccato lavorare magari ore per poi non riuscire a caricare l’immagine.

Se invece vuoi usare Gimp per creare un biglietto da visita che rispecchi la tua attività di psicologo libero professionista devi assolutamente impostare i PPI e la dimensione corretta in millimetri.

Strumento “Scala” o “Ridimensiona”

Appurato che la nostra immagine sia troppo grande (se è troppo piccola invece non ingrandirla perché verrà sgranata; ti serve un’altra immagine più grande), ora la rimpiccioliamo.

In alto a sinistra troviamo l’area degli strumenti.
Quello che ci serve ora è lo strumento “scala”.

ridimensiona gimp

A questo punto clicca su un punto qualsiasi nell’immagine e ti comparirà una finestrella in alto a destra.

finestrella scala

Per ridimensionare l’immagine ti basterà cliccare sulle freccine su e giù di larghezza o altezza, ma prima di farlo assicurati che la catenina che unisce i due valori sia attaccata.

Se non la è, l’immagine verrà deformata.

NB: dovessi sbagliare qualcosa vai su Modifica e quindi Annulla (come un po’ tutti i programmi del mondo 🙂).

mantieni rapporti scala gimp

Dopo aver verificato che sia attaccata, clicca sulla freccina verso il basso (su altezza o larghezza non importa) per rimpicciolire l’immagine.

Rimpicciolisci l’immagine fino ad arrivare alla misura desiderata. Naturalmente se, ad esempio, ti serve l’immagine per un post su Instagram, ma hai un’immagine rettangolare, andrà tagliata e per fare questo devi modificare le dimensioni dell’immagine.

Ed ecco quindi, nel mio caso, il risultato.

immagine rimpicciolita gimp

Ora la mia immagine misura 700×494, che va bene per un post, infatti tutte le immagini che stai vedendo sono larghe 700 ad altezza variabile, generalmente dai 350 ai 500.

Certo, dalla foto ora sembra molto piccola ma solo perché la sto guardando con lo stesso zoom di prima che è al 18,2%.
Quindi ora vado nella riga in basso, quella dello zoom che abbiamo visto prima, e metto 100%.

…e la vedrai un po’ fuori schermo ma è normale perché lui ingrandisce sempre puntando al centro (e l’immagine evidentemente non era al centro); niente paura, basta che sposti le barre che vedi cerchiate a sinistra e verso l’alto.

immagine zommata gimp

A questo punto se sei soddisfatta e non devi fare altro fai “File”, sempre in alto a sinistra, e selezioni “Esporta come”; ora scegli la cartella dove la vuoi salvare e in alto, dove ti chiede di inserire il nome dell’immagine metti un nome riconoscibile e assicurati che finisca con .jpg.

Dai l’ok e nella finestrella che ti si apre, nella barra in alto dove c’è scritto “qualità” metti 80.

Ora puoi caricare l’immagine sul tuo sito web. 🤓

Per questa guida è tutto!

Un saluto e buon lavoro 🙂

Ti è piaciuto l’articolo?
Hai altri suggerimenti o riflessioni che vorresti condividere con i tuoi colleghi che leggeranno questo articolo?
Scrivile usando il modulo dei commenti qui sotto 👇

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Psst! Mi trovi anche sui social!

Articoli correlati

Richiedi una consulenza gratuita

Compila il modulo inserendo i tuoi dati e spiegando brevemente la tua richiesta.

Rispondo entro 24 ore

Contattami

Accettazione Privacy