Buongiorno dottoresse e dottori, il video di oggi potrebbe quasi non avere senso di esistere, perché se lo stai guardando vuol dire che sei su Facebook, o su instagram, o su youtube, o su linkedin…oppure sul mio blog.

Perché oggi parliamo di presenza sui social.

Perché devi essere sui social

Potrebbe non avere senso perché se mi vedi, a parte il blog, sei sui social.

Potrebbe quasi non avere senso perché bisogna vedere se li stai usando come si deve.

Infatti, come ho detto nell’ultimo video, non basta essere sui social, ma bisogna saperli usare.

👉Devi usarli per far sapere alle persone che ci sei.

👉E fare sapere alle persone che problema risolvi.

E questo non è facile da fare, è un lavoro.

Non è un caso se delle persone vengono pagate per far sta roba, perché ci vuole tempo e un sacco di gente non ha voglia di farlo.

Quindi sarà meglio che ti invogli in qualche modo perché hai un po’ di roba da fare.

1: capire che quello che fai non è per tutti

I tuoi soldi, il tuo tempo e la tua attenzione sono limitati, quindi dedicati alle persone che sono interessate, le altre lasciale fuori perché non puoi piacere a tutti.

Come fai?

Targettizzando le inserzioni. (il che implica di farne qualcuna di tanto in tanto).

Come?

Pensa a chi è rivolto il tuo servizio

Se ad esempio ti occupi di stress da lavoro puoi targettizzare manager, dirigenti o dipendenti che lavorano in alcuni settori particolari.

E’ più difficile che venga un muratore a lamentarsi di stress da lavoro, quindi pensaci.

Che non vuol dire che i muratori non soffrono di stress da lavoro, ma è probabile che su 100 muratori 1 possa essere interessato al tuo servizio, mentre su 100 manager 10 possano essere interessati.

Quindi, visto che parliamo di spendere soldi (perché su facebook è quasi impossibile farsi trovare senza un minimo investimento), magari ci penserei 8 o 9 volte prima di andare “a cazzo di cane” e poi dire che i social non funzionano.

Più hai chiaro a chi è rivolto il tuo servizio, meno soldi sperperi e più riscontro puoi avere.

Instagram

 

Idem con patate, a chi è rivolto il tuo servizio? A chi parli? Che hashtag usi?

Le persone che hanno problemi di stress da lavoro, secondo te, è più probabile che ti trovino cercando l’hashtag #stressdalavoro? O cercando #psychology, #instacool, #photooftheday?

Anche perché, al di là dell’utilità di questi hashtag, presumo che i tuoi clienti siano italiani, quindi potrebbe non essere una cattiva idea usare hashtag italiani.

2: il concetto di sovraesposizione

 

…che vediamo nel prossimo video.

Intanto, la prossima volta che pubblichi qualcosa pensa se il tuo scopo è parlare col telefono o parlare con le persone che sono dall’altra parte del telefono.

Perché è per qello che devi essere sui social.

Un saluto e buon lavoro!

Privacy Policy

Ti è piaciuto l’articolo o ti è sembrato scontato?
Hai altri suggerimenti che vorresti dare ai tuoi colleghi che leggeranno questo articolo?
Scrivimi usando il modulo qui sotto 👇

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Psicologi e effetto di sovraesposizione

Buongiorno dottoresse e dottori, scusate se vi ho lasciato in suspence per tutto il weekend ma adesso mi faccio perdonare ssssubito! Nell'ultimo video ho parlato dell'importanza di usare bene i social e ho concluso con il concetto di sovraesposizione...di cui non vi...

Come installare un tema WordPress – siti web per psicologi

Stai imparando a creare il tuo blog ma non sai come installare un tema Wordpress? Rimediamo subito! Anzi aspetta ferma tutto! Se devi creare il tuo sito a partire dallo zero più assoluto, prima devi scegliere un servizio di hosting e un dominio, e ho spiegato tutto...

Perché devi differenziarti se sei uno psicologo libero professionista

Oggi faremo un lungo viaggio per scoprire perché devi differenziarti. "Nel mondo animale ogni specie ha un rituale per l'accoppiamento, un rituale che permette di scegliere la partner o essere scelto da essa. Ad eccezione dei volatili, generalmente questo rituale...

Psicologi e colleganza sul blog per farsi trovare su Google

Oggi torniamo a parlare di colleganza, e blog. Parleremo infatti di link building, che ha una certa utilità per la SEO, ovvero per trovare il proprio sito ben posizionato sui motori di ricerca. In pratica Google assegna un punteggio di autorevolezza e fiducia ad ogni...

Come usare wordpress: istruzioni pratiche di base

In questa guida vediamo le istruzioni pratiche di base per sapere come usare wordpress per creare il tuo blog. Attenzione: se vuoi creare un sito web partendo da zero, anche se non hai mai creato un blog prima d'ora e non hai la più pallida idea da dove iniziare...

Codice deontologico VS marketing parte 9

Buongiorno dottoresse e dottori, questo è codice deontologico VS marketing parte 9, nono video per vedere se il codice limita in qualche modo la possibilità di promuoversi degli psicologi. Premessa: Gli articoli che tratto in questo video non c'entrano nulla col...

Come creare un sito web se sei una psicologa – Tutorial fai da te PRO

Sei una psicologa e hai deciso di creare un sito web, ma non essendo un esperta di siti non sai da dove cominciare? Bene, questo non è uno dei tanti articoli con due informazioni in croce, ma l'inizio di un vero e proprio tutorial per creare un sito web se sei una...

Codice deontologico VS marketing parte 11

Buongiorno dottoresse e dottori, undicesimo video di analisi del codice deontologico per vedere se limita in qualche modo la possibilità di promuoversi degli psicologi.Andiamo avanti con l'articolo 36 "Lo psicologo si astiene dal dare pubblicamente su colleghi giudizi...

Come promuovere la tua attività di psicologa: Marketing per psicologi sì o no?

Ti stai chiedendo come fare per promuovere la tua attività di psicologa ma non sei sicura che una strategia di marketing per psicologi possa fare al caso tuo? Bene, contro ogni regola di scrittura persuasiva parto in quarta e rispondo subito alla domanda: Marketing...

Codice deontologico VS marketing parte 6

Buongiorno dottoresse e dottori! Partiamo subito con l'articolo 20: "Nella sua attività di docenza e formazione lo psicologo stimola negli studenti l'interesse per i principi deontologici, ispirando ad essi la propria condotta professionale." In questo caso parliamo...

Richiedi una consulenza gratuita

Compila il modulo inserendo i tuoi dati e spiegando brevemente la tua richiesta.

Rispondo entro 24 ore

info@damianoruggieri.it

Contattami

Accettazione Privacy