Come installare un tema WordPress – siti web per psicologi

Ago 18, 2019 | How to blog

Stai imparando a creare il tuo blog ma non sai come installare un tema WordPress?

Rimediamo subito!

Anzi aspetta ferma tutto! Se devi creare il tuo sito a partire dallo zero più assoluto, prima devi scegliere un servizio di hosting e un dominio, e ho spiegato tutto nell’articolo come creare un sito web se sei una psicologa.

Se invece hai già fatto quel passaggio, allora andiamo avanti!

Il tema WordPress è la base da cui si sviluppa poi tutto il sito, perciò è fondamentale sceglierne uno che sia funzionale ma semplice da utilizzare.

Visto che però in questo articolo voglio farti vedere il processo di installazione non farò la lista dei temi migliori da usare, ma ne prendere due, a titolo d’esempio, per illustrarti la procedura:

Uno è un tema premium, quindi un tema a pagamento con funzionalità avanzate (che è quello che uso io), e l’altro è un tema gratuito.

Devi sapere infatti che ci sono due modi di installare i temi, e ora li vediamo entrambi. 🤓

Come installare un tema WordPress gratuito

Il modo più semplice per installare un tema WordPress è utilizzare i temi messi a disposizione da WordPress direttamente dalla bacheca, e questa è una procedura usata nel 99% dei casi per l’installazione di un tema gratuito.

Di temi gratuiti ce ne sono tanti e scegliere quello giusto non è affatto facile, sapendo che hanno funzioni limitate e pochi si adatteranno a ciò che vorrai fare tu.

Il mio suggerimento è di installare Page Builder Framework, un tema fatto apposta per essere abbinato a dei costruttori di pagine visivi, quindi vuol dire che dopo per creare le pagine e lavorare sul sito potrai farlo “disegnandolo” anziché scrivere il testo e i comandi in un interfaccia di lavoro e tirare a indovinare come sarà dopo.

Procedura di installazione – metodo 1

Cerca il tema

Posizionati senza cliccare sulla voce “aspetto” nel menù a sinistra dell’area di lavoro WordPress, e ti comparirà una finestrella con altre voci.

Clicca su “Temi“.

Ti si aprirà la pagina dei temi in cui vedrai i temi installati di default (nel mio caso c’è DIVI perché è quello che ho installato sul mio sito ma di solito ci trovi “Twenty Nineteen” e “Twenty Seventeen“, ma a seconda del periodo in cui hai installato WordPress potrebbero essere diversi).

Sopra, dove c’è il titolo della pagina, cioè “Temi”, di fianco trovi il pulsante “aggiungi nuovo tema“.

Clicca su “aggiungi nuovo tema“.

A questo punto sei nella pagina di ricerca dei temi.

Appena sotto il titolo della pagina (che prima era “Temi” e ora è diventato “Aggiungi Temi“) c’è una barra bianca con delle voci che dovrebbero essere “In Evidenza“, “Popolari“, “Più Recenti” e “Preferiti” mentre se guardi a destra, sempre nella barra, troverai un rettangolo con scritto “Cerca temi…“.

Devi cliccare proprio lì, dove c’è scritto “Cerca temi…” e scrivi “Page builder Framework“.

Tra i primi temi trovati dovrebbe esserci proprio Page Builder Framework.

Clicca su installa.

Una volta che hai cliccato “installa“, dopo qualche secondo il pulsante diventerà “attiva“. Clicca su “attiva” e il gioco è fatto.

Complimenti, hai installato il tuo primo tema! 😃

Installa Elementor

A questo punto, con questo tema, non ti resta che procedere all’installazione di un Page Builder, cioè un plugin che ti permette di rendere il tuo tema modificabile visualmente.

I page builders possono essere installati su quasi qualunque tema, ma alcuni, come quello che hai appena installato, sono fatti apposta per funzionare con questi plugin.

Come page builder installiamo Elementor (che è forse il più noto), che puoi trovare nel menù a sinistra alla voce “Plugin“👉 “Aggiungi nuovo”, cercando “Elementor”, installandolo e attivandolo.

Se non ti senti sicura trovi tutta la procedura spiegata e illustrata nell’articolo come usare i plugin di WordPress.

Se invece le funzionalità di Page Builder Framework con Elementor non ti bastano o non ti ci trovi, allora non posso che suggerirti di usare DIVI, il tema che uso sia sul mio sito che su quelli delle psicologhe con cui lavoro.

Procedura di installazione – metodo 2

Sebbene la maggior parte dei temi siano lì, in alcuni casi potresti doverli installare in altri modi.

E’ per lo più il caso dei temi a pagamento, come DIVI.

Premessa che tengo a fare:

Se DIVI lo propongo è perché mi ritengo soddisfatto, punto. E davvero al momento non c’è un altro tema che mi da le stesse funzionalità con lo stesso servizio di assistenza. Magari mi sbaglio, ma per me è il migliore, come possibilità di personalizzazione e semplicità d’uso.

Questo è il motivo per cui te lo propongo, e già che c’ero mi sembrava piuttosto stupido non partecipare al programma di affiliazione, almeno così se lo installi dal link che trovi qui sotto prendo una percentuale (ma a te non cambia nulla) e posso tenere più bassi i costi dei miei servizi.

Acquista il tema

Per prima cosa clicca qui per andare sul sito di DIVI e segui la procedura di acquisto del tema.

Ti anticipo che hai due modalità di acquisto:

Puoi averlo per circa 90 euro all’anno oppure per circa 250 euro una volta sola per sempre (al momento in cui scrivo), e una volta che ce l’hai puoi anche usarlo in tutti i siti che vuoi, per cui puoi anche pensare di dividere la spesa con una collega.

Una volta completata la procedura di acquisto avrai l’accesso alla tua area privata da cui potrai scaricare il tema in file zip.

Se hai bisogno di aiuto clicca sull’icona di messenger che trovi nell’angolo in basso a destra per scrivermi, e appena sono libero ti guido nella procedura.

Installa il tema

Ok, a questo punto non ci resta che installare il tema.

Nel menù a sinistra posizionati, senza cliccare, sulla voce “Aspetto“, e quindi clicca su “Temi“.

Ti si aprirà la pagina dei temi in cui vedrai i temi installati di default (nel mio caso c’è già DIVI perché è quello che uso sul mio sito, però di solito ci trovi “Twenty Nineteen” e “Twenty Seventeen“, anche se a seconda del periodo in cui hai installato WordPress potrebbero essere diversi).

Sopra, dove c’è il titolo della pagina, cioè “Temi”, di fianco trovi il pulsante “aggiungi nuovo tema“.

Ora nella pagina di ricerca dei temi, in alto dove un attimo fa c’era il pulsante “aggiungi nuovo tema“, ora c’è il pulsante “carica tema“.

Clicca lì.

Ora clicca su “sfoglia“, cerca sul tuo computer il file zip di DIVI che hai scaricato prima dal sito, e clicca su “installa ora“.

Dopo qualche secondo, clicca su “Attiva“.

Un ultimo passaggio per installare il tuo tema DIVI su WordPress

Perfetto, DIVI è installato.

Ora però c’è un ultimo passaggio da fare, ovvero confermare il tuo account DIVI su WordPress.

Nel menù a sinistra, scorrendo fino in fondo, ora vedrai la voce “DIVI“.

Cliccaci su e ti ritroverai in questa schermata:

Clicca su “Aggiornamenti” (o “Updates” se per caso ce l’hai in inglese).

A questo punto ti verranno chiesti il nome utente e la tua API Key, di DIVI, naturalmente.

Il nome utente è quello con cui ti sei registrata quando hai creato l’account DIVI, mentre l’API Key la trovi nel tuo account, sempre di DIVI.

Quindi torna sul sito di DIVI, clicca su “Account” dal menù in alto, inserisci le tue credenziali, e una volta che hai effettuato il login clicca su “My account” (la seconda delle 3 voci che trovi praticamente a centro schermo).

A questo punto, a sinistra ti troverai 4 voci, di cui l’ultima è “API Keys“.

Clicca su “API KEYS” e nella pagina che ti si apre scorri verso il basso, finché non ti trovi davanti la tua API Key.

La riconosci perché un codice composto di numeri e lettere piuttosto lungo.

Selezionala, copiala, e incollala nella pagina di DIVI di prima, quella sul tuo sito.

Salva i cambiamenti ed hai fatto!

Bene! Ora che sai come installare un tema WordPress sei pronta per lavorare sul tuo sito web! 😃

Per procedere nella costruzione del tuo sito web puoi guardare l’articolo in cui spiego le istruzioni base di WordPress.

Se hai domande o qualcosa non è chiaro scrivimi pure nei commenti qui sotto.

Buon lavoro!

Damiano

Ti è piaciuto l’articolo?
Hai altri suggerimenti o riflessioni che vorresti dare ai tuoi colleghi che leggeranno questo articolo?
Scrivimi usando il modulo qui sotto 👇

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Reverse engineering per analizzare la concorrenza – marketing per psi

Reverse engineering. Sì, hai letto bene. Per analizzare la concorrenza un po' di stalking è necessario. 😅 Oggi chiudiamo l'argomento che abbiamo iniziato nelle storie di instagram (qui trovi il link al mio profilo ig, ti basta cercare tra le storie in evidenza...

Codice deontologico VS marketing parte 11

Buongiorno dottoresse e dottori, undicesimo video di analisi del codice deontologico per vedere se limita in qualche modo la possibilità di promuoversi degli psicologi.Andiamo avanti con l'articolo 36 "Lo psicologo si astiene dal dare pubblicamente su colleghi giudizi...

Intervista con lo psicologo Marco Dieci

Intervista con lo psicologo Marco Dieci per capire in che modo il marketing l'ha aiutato a creare una community di 2400 persone nella sua città: Parma. E quindi ci siamo posti queste domande: Creare un profilo social può essere utile per gli psicologi? Quali sono le...

Codice deontologico VS marketing parte 5

Buongiorno dottoresse e dottori, eccoci al codice deontologico VS marketing parte 5.   Articolo 17 "La segretezza delle comunicazioni deve essere protetta anche attraverso la custodia e il controllo degli appunti, note, scritti o registrazioni di qualsiasi tipo,...

Storytelling per psicologi

Buongiorno dottoresse e dottori Quante volte vi siete incantati ad ascoltare storie, vedere film o leggere libri che vi bloccavano anche il respiro? Dall'era della pietra o forse prima, lo storytelling, cioè il raccontare le storie hanno sempre fatto parte della...

Codice deontologico VS marketing parte 10

Buongiorno dottoresse e dottori, questo è "Codice deontologico VS marketing parte 10", decimo video della rubrica che analizza il codice deontologico degli psicologi per vedere se limita in qualche modo la possibilità di promuoversi. Riprendiamo quindi dall'articolo...

Marketing per psicologi: la strategia dalla A alla Z

Stai cercando una efficace strategia di marketing per psicologi perché non sai da dove cominciare a promuoverti? Oppure perché hai provato l'ennesimo corso dell'ennesimo imprenditore/business/life coach/entrepreneur/healthfitlifestyle tizio che ti vende il metodo...

Perché devi essere sui social se sei uno psicologo

Buongiorno dottoresse e dottori, il video di oggi potrebbe quasi non avere senso di esistere, perché se lo stai guardando vuol dire che sei su Facebook, o su instagram, o su youtube, o su linkedin...oppure sul mio blog. Perché oggi parliamo di presenza sui...

Usa parole comprensibili dai tuoi clienti: non parlare psicologhese

Oggi voglio spiegarti in che modo usare parole comprensibili dai tuoi clienti può aiutarti ad aumentare le revenue e diminuire il costo per lead, e come si può usare un member magnet per creare una community attiva. Come? Non hai capito niente? Molto probabilmente è...

La verità dietro il marketing on-line

La parola "marketing", e soprattutto il marketing on-line ha avuto spesso un'accezione negativa per moltissime persone, e per molte ha ancora la stessa accezione negativa. Questo perché, in base a qualche esperienza e molte leggende metropolitane, associamo spesso la...

Richiedi una consulenza gratuita

Compila il modulo inserendo i tuoi dati e spiegando brevemente la tua richiesta.

Rispondo entro 24 ore

Contattami

Accettazione Privacy